Alvin Youngblood Hart’s Muscle Theory




The Cosmic American Love Child Of Howlin Wolf and Link Wray!!!

Conosciuto come il “musicista dei musicisti” le sue lodi sono state cantate da tutti, da Bob Dylan ai grandi chitarristi quali Eric Clapton e Mick Taylor.
Sin dal suo primo debutto nel 1996, con l’album completamente acustico Big Mama's Door, Alvin Youngblood Hart ha inviato il suo messaggio in ogni parte del mondo.
Devoto seguace dei “no barriers”, posato da veterani come Gatemouth Brown e il grande Doug Sahm, Alvin continua a sfidare i così chiamati “puristi”.


Dopo aver ricevuto nel 1997 il premio W.C Handy Award come Best New Artist, così come due
Living Blues Awards, nel 1998, con il lavoro Territory, un eccitante tributo a tutte le forme della musica americana, riceve il premio Downbeat Magazine Critics Poll come Best Blues Album (nonostante l’album non faccia parte della categoria Blues).
Nell’estate del ’99 collabora con il produttore Jim Dickinson alla realizzazione di Start With The Soul che viene acclamato entusiasticamente come una nuova discendenza del calssico Southern Rock e il ritorno di Alvin al "sacred garage".
Start With The Soul viene scelto dal New York Times come uno dei migliori dieci lavori del 2000 così come Blues record of the year dalla BBC.
Nel 2001 partecipa, con il fedele compagno Big Jack Johnson, ai Best Guitarist Honors del Living Blues Magazine.

Il 2003 è un  anno molto impegnativo; non solo per 3 Grammy Nominations, ma anche per il tour mondiale a fianco di Job Cain, in un progetto dove partecipa anche il famoso chitarrista Audley Freed dei Black Crowes. Nell’agosto dello stesso anno viene invitato a far parte del Kip Hanrahan's Conjure per Taj Mahal, nella più lunga e mondiale marcia che si estenderà per cinque notti a Tokio.
Unendosi a grandi talenti, quali il gigante del sax tenore David Murray e il chitarrista Leo Nocentelli, come supporto musicale al poeta Ishmael Reed in occasione del Bay Area, rimane membro di questo cast producendo con loro il Bad Mouth Cd.

Nel 2004 riceve un Grammy per il suo contributo a Beautiful Dreamer: The Songs Of Stephen Foster un progetto che prevede non solo musica, ma ogni espressione dell'arte e coinvolge la presenza di molti artisti quali Raul Malo, John Prine, Michelle Shocked e Pete Anderson, Mavis Staples, BR5-49, Judith Edelman, David Ball, Ron Sexsmith e Grey de Lisle.

Nel 2005, rafforzato dai molti riconoscimenti e determinato a sfidare qualsiasi stereotipo collegato alla sua arte, realizza Motivational Speaker, auto prodotto (e personalmente favorito), è un rock chitarristico “free-for-all”, pagando l’omaggio per i caduti rockers come Phil Lynott and Sly Stone. Le sue prodezze alla voce, chitarra elettrica e composizione sono tutte sostenute in questo progetto ed evidenziano la versatilità che si sforza continuamente di offrire alla sua professione e ai suoi fans.
Nel 2006 prende una pausa per lavorare al film Black Snake Moan dove insegna alla star Samuel L. Jackson a suonare la chitarra e registra un duetto con Cristina Ricci per la colonna sonora. Verso la fine dell’anno si unisce a Ruthie Foster e alla leggenda del rock'n'roll Bo Diddley per un tour americano di ben 2 mesi.

Nell’aprile del 2007 partecipa ad un tour del Mississippi High Schools come membro del Thelonius Monk Institute Of Jazz mettendo a disposizione il suo talento per l’educazione e, nell’estate dello stesso anno, appare sul grande schermo grazie alla partecipazione al film diretto da Denzel Washington  - The Great Debaters.
Collabora con una serie di famosi artisti quali Corey Harris, Don Vappie, Keb Mo e Guy Davis e contribuisce all’unica progressiva registrazione di Otis taylor del 2007 “Recapturing The Banjo”.

La sua personale carriera ha un’ascesa nell’estate 2008 quando incontra la leggenda irlandese Gary Moore che lo invita sul palco per una jam con lui e il batterista di Thin Lizzy, Brian Downey. Nella primavera del 2009 Moore richiede ad Alvin e la band di aprire i suoi concerti per un tour in Germania. Moore viene visto ogni sera con gli amici a fare il tifo per Hart e la band durante i loro set.

Nel 2010 unisce le sue forze agli amici Luther Dickinson (North Mississippi Allstars, Black Crowes) e Jimbo Mathus (Squirrel Nut Zippers, Tri-State Coalition) per formare la “The South Memphis String Band”. Il regale trio viene velocemente soprannominato dei media come un “acoustic super group”.  Registrato in uno studio radiofonico mentre sono al loro primo viaggio, l’album del debutto “Home Sweet Home” riceve un grande entusiasmo. Nominato come “Best Acoustic Album” dai Blues Music Awards (The Blues Foundation).


sito ufficiale: www.mojomusic.com/alvin


Line-up:
Alvin YOUNGBLOOD HART - Guitar, lead vocal
Fabio DRUSIN - Bass, vocal
Silvano "Silver" BASSI - Drums


Per saperne di più:
Leggi gli articoli e le recensioni di Alvin Youngblood Hart


Discografia

d

trasparente

BIG MAMA'S DOOR (1996)
Okeh/Sony



d
 
TERRITORY
(1998)
Hannibal/Rykodisc


d
 

START WITH THE SOUL (2000)
Hannibal/Rykodisc


 


d
 

DOWN IN THE ALLEY (2002)
Memphis Int. Records



d
 

MOTIVATIONAL SPEAKER (2005)
Tone-Cool / Artemis




icona
trasp
Ascolta il brano in Mp3!